Riserva Monte Genzana

Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio

Centro Studi per le Reti Ecologiche

L’Amministrazione Comunale di Pettorano sul Gizio e la Direzione della Riserva Naturale hanno avviato nel corso del 2007 il Centro Studi per le Reti Ecologiche in quanto si è deciso di valorizzare maggiormente la peculiarità dell’area protetta di rappresentare una parte importante della Rete Ecologica non solo regionale ma anche nazionale. La Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio infatti, vista la posizione strategica tra il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e il Parco Nazionale della Majella, è stata istituita principalmente al fine di conservare un’area di transito per specie di grande importanza quali l’orso bruno marsicano e il lupo.

Come l’ambiente naturale riveste un ruolo di connessione per gli spostamenti della fauna, così pure il centro abitato, l’unico in Abruzzo ad essere ricompreso all’interno dei confini di una Riserva Naturale, ha sempre rappresentato un passaggio obbligato per le genti che si trovavano ad attraversare la Valle Peligna. Pettorano sul Gizio rappresentava infatti l’estrema difesa all’ingresso meridionale della valle che avveniva attraverso la via Napoleonica, oggi uno dei principali sentieri della Riserva Naturale e mantiene ancora numerose evidenze del suo passato.

La peculiare commistione tra elementi culturali e ambientali ha caratterizzato da sempre l’approccio verso la gestione del territorio, indirizzato all’integrazione tra la conservazione della natura e la valorizzazione del centro storico.

In questo contesto, particolarmente ospitale e vocato ad un turismo “slow” sia di tipo naturalistico che culturale, si inserisce il Centro Studi.

Nell’ambito del Centro Studi, vero e proprio laboratorio internazionale di progettazione e gestione delle reti stesse, sono state previste azioni di ricerca e conservazione coordinate, atte a favorire la protezione ed il potenziamento della connettività tra le diverse aree protette, stage per ricercatori, corsi di formazione (Lezioni di campo), convegni, congressi e scambi di esperienze tra studenti universitari dei Paesi dell’Unione Europea. Inoltre il Centro Studi pubblica la collana “I Quaderni del Centro Studi” con carattere scientifico-divulgativo. Il CSRE collabora con numerosi Enti (Amministrazioni locali, Università ecc.). In questa ottica Pettorano sul Gizio diventa il nucleo di una discussione moderna, percorrendo una strada unica e di interesse nazionale e internazionale.

Grazie al Centro, Pettorano sul Gizio, uno del “Borghi più belli d’Italia”, ospita ogni anno centinaia di giovani ricercatori provenienti da tutta Italia nel suo albergo diffuso, promuovendo la conoscenza del teritorio e un’ospitalità fondata sui principi della sostenibilità.

IL CSRE è dunque un progetto immateriale, ma che poggia le sue basi su un territorio dalle alte valenze naturalistiche e storiche e che a sua volta potenzia le risorse paesaggistiche enfatizzandone le qualità attrattive.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne accetterai l'utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetto", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi