Riserva Naturale Regionale
Monte Genzana Alto Gizio
Condividi
Home » Natura » Orso Marsicano

L'Orso nella Riserva

L'Orso bruno marsicano è il simbolo della Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio. Le conoscenze sulla specie sono aumentate nel corso degli anni e le ricerche scientifiche avviate nel tempo hanno permesso di avere una conoscenza dettagliata degli orsi presenti nel territorio pettoranese e di avviare azioni di conservazione e gestionali utili ad una corretta convivenza tra la specie e le popolazioni locali.

Nel periodo antecedente l'istituzione della Riserva Naturale le segnalazioni ufficiali di Orso bruno marsicano sono state 17: 3 sul Monte Genzana, 4 riconducibili alla "Valle Marzolina", una in località "Lago" (individuo morto in un pozzo), due nel "Vallone di Santa Margherita", due in località "Le Tagliole", due morti lungo la linea ferroviaria Sulmona-Carpinone e tre nelle campagne a valle dell'abitato di Pettorano sul Gizio. A tali segnalazioni verificate nell'ambito del lavoro di Boscagli et al del 1987, nel tempo se ne sono aggiunte molte altre, che, non essendo state poi mai verificate, non sono state inserite nell'elenco ma che sicuramente confermano la vocazione del territorio e l'alta idoneità ambientale per la specie dell'area protetta.

A partire dal 2002, anno in cui è stata realizzata la prima tesi di laurea avente per oggetto la fauna della Riserva Naturale, il monitoraggio faunistico è stato realizzato con una certa sistematicità all'interno della Riserva e il rilevamento di segni di presenza è stato costante nel tempo.

Dal 2012, lavorando a stretto contatto con gli adiacenti parchi nazionali, è stato avviato un monitoraggio sistematico della specie, soprattutto nell'ambito delle attività della RMAM - Rete di Monitoraggio Orso bruno marsicano Abruzzo e Molise, che ha portato il Personale della Riserva alla raccolta di un numero considerevolmente crescente di segnalazioni di orso negli ultimi 9 anni.

Anni da record per gli Orsi della Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio

Grazie al monitoraggio intensivo che il Personale della Riserva svolge da alcuni anni, nel corso del 2019 e del 2020 si è riusciti a censire un numero minimo certo rispettivamente di 12 e 7 individui di Orso bruno marsicano, che hanno frequentato stabilmente il territorio del Comune di Pettorano sul Gizio. Ciò è quanto emerge dalle Relazioni annuali delle attività nell'ambito della RMAM - Rete di Monitoraggio Orso bruno marsicano Abruzzo e Molise.

La Riserva entra a far parte della Rete di Monitoraggio nel 2017, prendendo in carico una porzione di territorio ben più ampia dei propri confini, una fascia di territorio cruciale per la conservazione e l'espansione della specie, posta a cavallo tra il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise e il Parco Nazionale della Majella.

Tramite l'utilizzo di diverse tecniche disciplinate dall'apposito Protocollo messo a punto dalla RMAM  (foto-trappolaggio, monitoraggio dei "grattatoi  - Rub Tree" e realizzazione di "trappole per pelo") si è riusciti ad avere un quadro abbastanza chiaro ed esaustivo, basato sulle evidenze scientifiche, della frequentazione della specie nei territori della Riserva e del Comune di Pettorano ed è stato possibile identificare i molti differenti orsi che frequentano il territorio dell'area protetta negli ultimi anni e i tutti i dati puntuali, relativi al monitoraggio sistematico, sono riassunti nella sezione dedicata dell'annuale "Rapporto Orso", edito dal Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. Attraverso la tecnica della radio telemetria è stato inoltre possibile seguire anche alcuni individui catturati e dotati di radio-collare (tra i quali la famosa orsa "Peppina"), che da anni frequenta regolarmente i territori della Riserva e del Parco Nazionale della Majella e della quale si è potuto accertare lo svernamento per diversi anni nel nostro territorio.

Dalle analisi genetiche effettuate da ISPRA, inoltre, alcuni individui sono risultati in assoluto nuovi per l'intera popolazione di Orso bruno marsicano, poiché non ancora conosciuti in precedenza.
La Riserva Naturale nel corso degli anni ha avviato anche numerose azioni gestionali come, ad esempio, l'installazione di più di 300 catarifrangenti per fauna selvatica, 3 pannelli informativi sul rischio di attraversamento lungo la Strada Statale 17 e altri 6 sulle strade provinciali, il censimento di tutti i pollai, la posa in opera di circa 100 recinzioni elettrificate, la consegna di polli e galline predate dagli orsi e la chiusura di alcune valli al traffico veicolare nel periodo invernale.

Numerose sono state anche le azioni di informazione e divulgazione avviate, insieme ai progetti di educazione ambientale realizzati nelle scuole, oltre 20 corsi di formazioni dedicati alla fauna selvatica e 3 convegni di interesse nazionale.

"Questi importanti risultati raggiunti - commenta Antonio Di Croce, Direttore della Riserva - rendono giustizia del costante e imponente lavoro della nostra Riserva, nell'ambito delle attività della Rete di Monitoraggio, e dimostrano come i nostri territori abbiano una valenza cruciale non solo nella tutela dell'intera popolazione, ma anche in relazione alla sua tanto auspicata espansione demografica e territoriale, condizione indispensabile per la conservazione della specie nel lungo termine".

Orso bruno marsicano
Orso bruno marsicano
(foto di: Antonio Monaco)

(foto di: Archivio Riserva Monte Genzana Alto Gizio)
Tab 1. Grafico di Presenza  (2012-2020)
Tab 1. Grafico di Presenza (2012-2020)
(foto di: Archivio Riserva Monte Genzana Alto Gizio)
Tab 2. Grafico Genotipi (2012-2020)
Tab 2. Grafico Genotipi (2012-2020)
(foto di: Archivio Riserva Monte Genzana Alto Gizio)
Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio
© 2021 - Comune di Pettorano sul Gizio
Piazza Zannelli, 12 - 67034 Pettorano sul Gizio (AQ)
Tel 0864/487006 - Email: info@riservagenzana.it
C.F. 83002390660 - P.Iva 00223990664
Privacy - Note legali